Marstenheim

Marstenheim
Il maggiore si strinse nelle spalle. «La città è perduta. Vede laggiù, i lampi delle esplosioni?» Il tenente annuì. «Be’, non dovrebbe vederli,» disse il maggiore. «Uomini-ratto. C’è chi dice diecimila, chi un milione. Ma secondo il regolamento non esistono, e quindi non ci sono nemmeno le esplosioni. Capisce, in che condizioni facciamo la guerra?»
Tratto da Marstenheim.
free instagram followermake up wisudamake up jogjamake up prewedding jogjamake up wedding jogjamake up pengantin jogjaprewedding jogjaprewedding yogyakartaberita indonesiayogyakarta wooden craft

"Il giudizio di Paride", di Pieter Paul Rubens

Drammatico riuscire a giudicare con giudizio quando sei di bocca buona; peggio che peggio, se poi devi pure giudicare del bello.

4 Responses to “Marstenheim”

  1. Ale says:

    …Non giro sul tuo blog per 2 mesi e mi trovo 2 post?! bah, robe da matti…

    • belinde says:

      Direi che era tempo. E ti stupirò con effetti speciali, ne sto terminando un altro proprio ora in treno. Quando sarò a casa e potrò aggiungere foto e testi di finitura lo pubblico, così ho la coscienza a posto per i prossimi sei mesi almeno.

      • belinde says:

        Mi correggo. Ho appena perso un’ora buona di digitazione e mi è scappata la voglia di riscrivere tutto. Magari a giugno m ritorna, porco del porco.

  2. Angra says:

    Be’, che dire… sono lusingato 🙂

    I motivi per cui il romanzo è distribuito con licenza Creative Commons sono quelli che hai intuito: se si scrive per essere letti, ora per fortuna è possibile farlo senza passare per un editore. E’ una cosa non da poco, una vera rivoluzione.

    Ciao, e grazie.

Leave a Reply