epistola sulla gioventù (II parte)

epistola sulla gioventù (II parte)
correggo: errante per l'Asia caffè. http://015722962.badoo.com/ questo è quello che ho rintracciato su badoo, come esempio sommo del degrado a cui siamo giunti nel corso degli anni. non me ne voglia il signore in questione. degrado! de-gra-do!

Ritroviamo la nostra moralista preferita dopo una pausa di ben due mesi; vi ricordate? l’avevamo lasciata in solitudine sulla cima di una collina, abbandonata dai suoi proseliti nel momento in cui si resero conto di dover affidare le proprie speranze di salvezza ai Bee Hive (per chi se ne fosse dimenticato… ecco il post). Dopo essere rimasta un poco, sbigottita dalla defezione, in attesa di nuovi discepoli, la nostra si è rassegnata e si è diretta verso la civiltà. E che civiltà!
In cerca di giovinetti da poter plasmare come morbida argilla a sua immagine e somiglianza, ha trovato una miniera inesauribile di soggetti improbabili, bislacchi o semplicemente tristi in Badoo (ehi, ma ci sono anch’io!). E da allora la sua vita è più serena, ravvivata com’è da incontri che credeva possibili solo nelle strisce di Cattivik — brivido terrore raccapriccio. Tuttavia, questi reietti digitali le servono solo da antipasto (ma avrei preferito dire “aperitivo”) per un ben più corposo pranzo: l’allegra biosfera che si instaura all’Asia Cafè in un qualsiasi momento della giornata.

È in questo ambiente che la nostra si muove con maggiore libertà, è qui che può tessere la sua tela onde irretire le giovani generazioni. Fingendo il freddo distacco di una prozia per il nipote della nuora, lascia aleggiare sugli sprovveduti pulzelli tutto il suo rancore nei confronti della società, e approfitta della sua autorità per traviarli e distruggerne il già malridotto ego. Nel suo piano diabolico, mirato sicuramente a creare una schiera infinita di automi decerebrati ai suoi ordini, dispensa alcolici e nomignoli a persone che, invece, andrebbero aiutate (ah, Patella, Patella, ma quante te ne sta facendo passare, questa deprecabile rovinafamiglie?). E poi, non paga, assieme alle sue comari analizza, sparla e seziona le sue vittime alle loro spalle, trasformandoli nell’oggetto dello scherno comune…

Insomma, avete finalmente capito con chi abbiamo realmente a che fare: con, come è stata giustamente definita dal Predicatore, il vile mezzuccio del Dimonio per traviare definitivamente un’umanità già allo sbando. Guardatevi da questa persona, rifuggite il suo costume da hippie inoffensiva… al di sotto di esso, si cela — al di sotto anche della panciera, al di sotto dei lividi delle punture di Muscoril®, che con l’inizio della stagione degli allenamenti torneranno presto a costellarle l’intera superficie corporea — un cuore nero, malvagio, che sicuramente porterà la vostra anima alla perdizione…

8 Responses to “epistola sulla gioventù (II parte)”

  1. MaTTe says:

    Quel simpatico, frizzante, vivacissimo lombrosario di Badoo! è così bello appartenervi!!… chupiti virtuali per tutti!

  2. Belinde says:

    ma porc… ora devo andare a recuperarmi il Devoto-Oli per leggere la definizione di “lombrosario”…

  3. aLe says:

    io lo considero a dir poco odioso…

  4. Anonymous says:

    FraNCO, MA cHE fINE hAI faTTo??
    aSpETTo cON aNsIa uN nUOvO pOsT…
    mA nOn eSSeRe tROppO cATTiVo oK?
    Vy

  5. Anonymous says:

    privato???
    boh…provvederò a renderlo di nuovo pubblico…
    ah! il nome è cambiato, ora è “Blood Red Rose”
    Vy

  6. Melissa says:

    Ma qua si parla della mia Vice!!! oh, vile creatura!!… Io, signora del male, mi assicurerò che tu venga punito a dovere…

Leave a Reply